cibi contro il mal di testa

Cibi contro il mal di testa

Il mal di testa è il disturbo più diffuso al mondo e spesso colpisce dopo i pasti. Ecco quali cibi possono aiutare a prevenire e curare l’emicrania.

Il mal di testa è un disturbo fastidioso e piuttosto comune. Alla base del problema vi è indubbiamente una predisposizione genetica ma può essere scatenato anche da altri fattori come lo stress, il digiuno, le variazioni climatiche, l’alterazione del sonno oppure da squilibri ormonali.

Quello che molti non sanno è che esistono alcuni cibi che possono favorire la comparsa del problema, così come ne esistono altri che possono aiutare ad alleviare il fastidio. Prima di ricorrere all’analgesico, quindi, si può cercare di trovare una soluzione naturale selezionando determinati cibi che permettono di ridurre il dolore o addirittura di prevenirlo.

Le persone che soffrono di mal di testa, che si tratti di cefalea, emicrania o altri tipi possono provare a migliorare la propria condizione con alcuni cibi che vedremo nel dettaglio proprio in questo articolo.

Patate

cibi contro il mal di testa

Il mal di testa può essere provocato da carenze di potassio. Le patate sono un ortaggio comune e molto versatile, ricco proprio di questo elemento. Si dovrebbe preferire la cottura e il consumo con la buccia, preparando magari delle patate al forno oppure al cartoccio. Una singola patata cotta in versione integrale contiene oltre 700 mg di potassio.

Semi di sesamo

Questi piccoli semini sono ottimi alleati per prevenire l’insorgere del mal di testa. Si possono utilizzare per arricchire insalate e zuppe oppure si utilizzano per preparare sfiziosi muesli da mangiare nel latte o nello yogurt.

I semi di sesamo sono ricchi di vitamina E, una componente particolarmente utile per stabilizzare i livelli di estrogeni durante le diverse fasi del ciclo mestruale, evitando i fastidiosi dolori che spesso colpiscono nei giorni delle mestruazioni, mal di testa compreso. Oltre a questo, la vitamina E aiuta a migliorare la circolazione del sangue e questo può essere assolutamente molto utile per prevenire l’arrivo del mal di testa.

Semi di lino

I semi di lino sono uno di quei cibi ricchissimi di lati positivi e benefici per l’organismo. Il merito è legato soprattutto ai grassi “buoni” Omega 3, di cui questi piccoli semi sono ricchissimi. I grassi “buoni” combattono le emicranie grazie al loro effetto antinfiammatorio.

Si possono facilmente consumare nelle insalate, nelle zuppe, nello yogurt preferibilmente dopo averli sminuzzati, in modo che l’organismo riesca ad assimilarli più facilmente.

Anguria

Questo frutto estivo ricco di acqua aiuta a combattere la disidratazione, una delle cause più frequenti del mal di testa. Il consiglio, quindi, oltre a bere almeno 1,5-2 l di acqua l giorno, è quello di cercare di consumare un buon quantitativo di frutta e verdura così da mantenere l’organismo perfettamente idratato.

L’anguria viene molto in aiuto, essendo sia ricca di acqua (molto più di altra frutta o verdura) e magnesio, un minerale utilissimo per combattere le cefalee. Il magnesio, infatti, aiuta a rilassare la tensione che spesso interessa i vasi sanguigni provocando il mal di testa.

Peperoncino

Il peperoncino viene considerato uno degli alleati più utili contro il mal di testa. Oltre a prevenirlo, infatti, aiuta anche ad alleviare l’eventuale dolore. Gli effetti positivi di questo alimento sono legati alla capsaicina, una sostanza presente in grandi quantità nel peperoncino.

La capsaicina è un potentissimo antinfiammatorio e antidolorifico naturale, tanto che il peperoncino viene consigliato anche a chi soffre di altri dolori come il mal di testa o il mal di denti.

Zenzero

cibi contro il mal di testa

Lo zenzero è noto per le sue proprietà anticongestionanti, antisettiche e antinfiammatorie. Come il peperoncino, questa spezia, contiene capsaicina e altre sostanze utili per alleviare i dolori e lenire eventuali infiammazioni. Si può utilizzare per condire e aromatizzare piatti, preparare calde tisane oppure assunto crudo o marinato.


Leggi il nostro articolo completo sugli usi dello zenzero contro il mal di testa.


Mandorle

Questo frutto a guscio è particolarmente ricco di magnesio. Consumarle regolarmente come spuntino oppure a colazione, magari arricchendo la propria dieta con altri alimenti come il riso integrale o l’avocado (anch’essi particolarmente ricchi di magnesio) aiuta a integrare questa sostanza che sappiamo essere utilissima contro il mal di testa, soprattutto nella fase di prevenzione.

Mais

Questo cereale aiuta a combattere il mal di testa grazie al suo elevato contenuto di vitamina B3, elemento che favorisce il corretto funzionamento dei vasi sanguigni, svolgendo al tempo stesso un ruolo distensivo a livello del sistema nervoso.

Una carenza di vitamina B3 può provocare frequenti mal di testa, soprattutto se legati allo stress. Oltre al mais, questa sostanza è particolarmente presente anche in patate, legumi e pomodori.

Banane

La banana è un frutto molto ricco di potassio che, abbiamo visto, aiuta molto a prevenire la comparsa del mal di testa. Oltre a questo, le banane contengono la vitamina B6, una sostanza che aumenta il livello della serotonina, l’ormone che combatte stati d’animo negativi come depressione e ansia. Questo può aiutare a combattere la stanchezza mentale, alleviando il dolore e prevenendo la comparsa del mal di testa.

Spinaci

Tra i cibi contro il mal testa più efficaci troviamo gli spinaci. Questa verdura a foglia verde aiuta a tenere sotto controllo la pressione arteriosa, aiutando ad alleviare il mal di testa. Affinché questo rimedio funzioni anche in fase di prevenzione, è necessario consumare le foglie di spinaci fresche, magari utilizzandole per preparare l’insalata e aggiungendo magari altri elementi utili contro le cefalee o le emicranie come ad esempio semi di lino, zenzero o mandorle.

Cibi contro il mal di testa, gli alimenti da evitare

Per chi soffre frequentemente e abitualmente di mal di testa non basta conoscere gli alimenti “positivi” che aiutano ad alleviare il problema. Per vivere meglio, infatti, è altrettanto importante sapere anche quali cibi e sostanze hanno l’effetto opposto, esponendo quindi il soggetto a rischi maggiori di mal di testa anche molto dolorosi.

Frutta e verdura, in sostanza, sono tutti utilissimi per combattere il mal di testa anche solo per il fatto di essere ricchi di acqua, vitamine e sali minerali vari. Esistono tuttavia degli ortaggi e dei vegetali che sarebbe meglio evitare se si soffre abitualmente di mal di testa. Tra questi rientrano ad esempio, olive, cipolle, crauti, broccoli, e così via. Ovviamente questi alimenti non devono essere banditi dalla dieta ma si consiglia magari di consumarli moderatamente.

Caffè, tè, cioccolato e sostanze eccitanti devono essere limitati e, in alcuni casi, eliminati soprattutto se si possiede una particolare predisposizione a determinati tipi di mal di testa.

Alimenti confezionati, raffinati, alcolici, carne rossa, latte, latticini e sostanze contenenti glutammato andrebbero evitati a prescindere, preferendo magari alternative più naturali o di origine vegetale (nel caso del latte o della carne rossa) ma diventa fondamentale ridurre il consumo al minimo se si soffre di mal di testa.

L’alcol è una sostanza che provoca mal di testa naturalmente, soprattutto nel caso se ne abusi. Nei vini, invece, sono spesso presenti solfiti, dei conservanti utili per mantenere il prodotto più a lungo ma assolutamente sconsigliati nei soggetti predisposti, in quanto capaci di scatenare mal di testa anche molto forti.

Un blog su Terme, SPA, Hotel di Lusso, e Benessere

Altre storie
lip balm diy
Gli 8 Migliori Balsami Labbra all’Olio di Cocco